Choose your language
News
    No news found.

    Bauhaus Orbits – Esposizione alla Bauhaus Universität di Weimar

    In vista dei grandi preparativi per il centenario del Bauhaus, gli studenti della Bauhaus-Universität di Weimar si sono posti una domanda essenziale: cosa dovrebbe intendersi oggi con il termine „Bauhaus“? Quali concetti del Bauhaus possono essere parafrasati nel momento attuale e quali aspetti hanno addirittura il potenziale per mostrare la via che porta fuori dalla caverna epistemica della modernità? Gli sforzi compiuti finora per una comprensione attuale delle opere, della metodologia e dell’impeto pedagogico dei maestri dello storico Bauhaus hanno inevitabilmente condotto a un contrasto tra una valutazione storicamente adeguata e quanto effettivamente rivendicato dallo spirito ribelle dell‘avanguardia.

    In risposta a queste domande, un team interdisciplinare di studenti di Media Architecture, Ingegneria, Scienze musicali e Media Art e Informatica ha sviluppato il progetto “Bauhaus Orbits”, con cui propongono di trasformare le pratiche di discussione del Bauhaus, come ad esempio il concetto di creazione artistica di Moholy-Nagy, documentato nel libro “Dal materiale all‘architettura”, in una forma utilizzabile tramite algoritmi, portando così la trattazione del design a un nuovo livello epistemologico. Il risultato: un motore di ricerca analitico unico.

    Pubblicazioni del Bauhaus storico sono state riunite sotto forma di raccolta di testi e sono state alimentate nell’“apparato scenografico di analisi del discorso”. La discussione viene fruita attraverso una superficie informativa, per così dire un’“architettura come terza pelle”, che viene messa a disposizione del pubblico sotto forma di installazione. La superficie di proiezione utilizzata è un nastro di pellicola RENOLIT a forma di anello continuo, che crea uno spazio affascinante, in cui è possibile interagire attraverso i gesti, la voce e lo sguardo.

    L’installazione era visitabile dal 2 a 14 luglio 2019 presso la Biblioteca universitaria dell’Università Bauhaus, Steubenstraße 6/8 a Weimar.

    Il progetto collabora con la ricerca promossa dall‘ente DFG circa l’“analisi del discorso orientata ai processi“ con il coordinamento dei professori di Teoria dei mondi multimediali, Tecnologie web e Sistemi informatici, ed è promosso dall‘associazione Freundeskreis der Bauhaus-Universität Weimar e.V., dal Fondo per la creatività e dai finanziamenti del Ministero per l’economia, la scienza e la società digitale.