Sensazioni sincronizzate alla vista e al tatto – le nuove superfici

I materiali e le loro superfici donano a un edificio il suo carattere e ne contraddistinguono l’atmosfera degli interni. La scelta dei materiali, però, può essere molto limitata da budget rigidi o da particolari requisiti in termini di igiene o protezione antincendio, ragion per cui materiali come il legno massello difficilmente vengono presi in considerazione. Tuttavia, chi non vuole rinunciare a un particolare aspetto o atmosfera può fare ricorso alle superfici decorative. RENOLIT, con la sua invenzione più recente, denominata “Synchronpore”, ridisegna gli standard in questo ambito.

In esso la stampa e il modello vengono sincronizzati a tal punto che, ad esempio, i pori del modello di legno sulla nuova superficie si trovano esattamente in corrispondenza degli stessi punti nel materiale originario. La superficie della decorazione di legno è così praticamente indistinguibile dal modello, alla vista e al tatto. I risultati di questa tecnica sono particolarmente impressionanti nel caso di strutture in legno marcate, ad esempio in rovere. Il Synchronpore definisce un nuovo livello di qualità anche in superfici in pietra, come marmo e ardesia. È idoneo a tutti gli ambiti di applicazione del termolaminato, in particolare frontali per mobili o pavimenti di superfici commerciali o aperte al pubblico.

Dal 12 al 24 maggio RENOLIT presenta presso la fiera interzum di Colonia il materiale “Synchronpore” sotto forma di due decorazioni di rovere: i pannelli Gladstone Oak e la decorazione di legno di testa ENDgrain, sviluppate rispettivamente con i produttori di pannelli Egger e Kaindl. Sono già in preparazione numerose altre varianti di decorazione.

Synchronpore