LOUD SHADOWS | LIQUID EVENTS - Plastique Fantastique

La nuova creazione di Plastique Fantastique è stata realizzata in un progetto condiviso con artisti dal settore dell’architettura, delle arti visive e della musica, per il Festival OEROL, tenutosi nei Paesi Bassi. Sotto la direzione di Kees Lesuis, il direttore artistico del festival e ideatore di questo progetto, sull’area prescelta sono sorti quattro diversi palcoscenici, i quali, imitando la natura, si integrano nel bosco circostante grazie alla loro forma di gocce di pioggia giganti. Questo spazio temporaneo è monumentale, ma tuttavia mobile, morbido e trasparente.

La prima goccia è formata da pellicola trasparente e viene apparentemente “attraversata” da un albero, essendo stata costruita attorno a una quercia. La seconda goccia invece è realizzata in pellicola traslucida e si insinua tra gli alberi in modo tale che i loro giochi d‘ombra vengono proiettati al suo interno attraverso la pellicola lattiginosa, trasmettendo ai visitatori un’esperienza naturale quasi mistica. Entrambi gli elementi vengono collegati da un anello percorribile a piedi, che circonda pini e querce e che crea il terzo palcoscenico. Il quarto ed ultimo elemento è la circostante foresta di Formerumer.

Questi palcoscenici sono solo spazi generici. Non esistono posti a sedere fissi, e i visitatori si fermano là dove vengono sorpresi dai musicisti (The Stolz) e dai ballerini (LeineRoebana). Esiste pertanto un movimento costante. La composizione (Kate Moore) viene infine influenzata anche dalla variabilità della natura stessa, quando la rappresentazione viene accompagnata dalle gocce di pioggia, dal fruscio delle foglie, dal canto degli uccelli o dalle raffiche di vento, che la rendono unica.

A Terschelling si è creato così un luogo magico, che mischia in modo unico la natura, il ballo e la musica, mettendo a dura prova la percezione dei sensi.

Spazio per la cultura