Villa Walala – Camille Walawa, Broadgate, Londra

A Broadgate, un centro direzionale di 130.000 m2 nella City di Londra, l’attività è sempre frenetica, in un ambiente costituito da grattacieli, negozi e ristoranti dietro a facciate di vetro e calcestruzzo.

In occasione del London Design Festival dell’autunno 2017 è stato chiesto a Camille Walala, residente nella capitale britannica, di concepire il progetto più caratteristico del festival per questo panorama urbano. Il punto focale del lavoro della rinomata artista si è spostato nel corso del tempo dal design tessile verso l’allestimento di interni e l’arte su grande scala in ambito urbano. I suoi lavori sono improntati al movimento milanese Memphis degli anni ’80 e dall’arte dei popoli Ndebele del Sud Africa, ed è conosciuta principalmente per l’utilizzo audace di colori e modelli grafici.

Per il London Design Festival, Camille Walala ha deciso di sfumare le forme spigolose e i colori spenti di Broadgate. Questo effetto è stato conseguito con Villa Walala, un’installazione urbana che attira gli sguardi in modo colorato e frivolo. Sembra rappresentare un paradiso di spensieratezza e di noncuranza: forme dai colori allegri, semplici e geometriche in PVC gonfiato con una realizzazione espressiva e grafica costituiscono un panorama di gioco con elementi di dimensioni eccessive e morbidi, che personificano la pura esaltazione infantile. Con la loro frivolezza creano un forte contrasto con il rigido ambiente che regna in questa area. Senza esercitare critiche alla cultura d’ufficio e aziendale, l’installazione mira a portare un po’ di gioia e spensieratezza nella grigia e utilitaristica vita quotidiana degli impiegati. L’ubicazione dell’installazione è stata scelta appositamente per essere visibile dal maggior numero possibile di edifici, e mira a creare un collegamento tra gli uomini che lavorano qui ogni giorno, offrendo loro la possibilità di riflettere e sorridere nella quotidianità, anche solo per un momento.

Villa Walala